Noi di Racoon in vacanza portiamo tutti…soprattutto i veri amici!

2 Ago , 2018 News

Da bravi Procioni, siamo d’accordo sul fatto che il cane sia il miglior amico dell’uomo. Su chi sia il peggior nemico del cane, anche. E’ senza dubbio l’uomo che, non sapendo a chi affidarlo per le vacanze, lo abbandona come se fosse un oggetto sgradito. Non abbandonate i cani! Ma soprattutto, non accoglieteli in casa se non potete prendervene cura.

Un cane non è un giocattolo e se proprio non potete farne a meno, rivolgetevi alla Sony. Perché? Perché ha creato Aibo, un piccolo cucciolo di cane, tenero, ubbidiente, ma soprattutto un robot, snodato, con una meccanica  raffinata e movenze davvero credibili; un prodigio della meccanica. Le animazioni precaricate lo rendono elegante e preciso nei movimenti, anche quando lo si accarezza. L’intelligenza artificiale e le due fotocamere di cui è dotato gli permettono di riconoscere il viso del proprietario e gli oggetti che si trovano davanti al suo musetto. L’incredibile cucciolo robotico è in grado di interagire con quello che lo circonda, rispondendo ai comandi e reagendo con le espressioni del muso e degli occhi. Inutile dire che negli Stati Uniti è già mania, tanto che, messi in vendita, i primi cinque mila sono spariti in meno di venti minuti. Presto arriveranno anche in Italia e, per un Aibo di taglia media che non sporca e non ha pulci né zecche, basteranno duemila cinquecento euro. Immaginiamo che i primi ad accaparrarselo saranno i nostalgici del vecchio tamagochi, dato che il modello robotico si lamenta se non lo nutriamo o non gli facciamo compagnia, emettendo dei suoni sgradevoli.

A questo punto possiamo anche pensare che, dato che è un robot, non ci lascerà mai. Ebbene no, come un vecchio elettrodomestico, dopo anni di onorato servizio, ad un certo punto verrà rottamato. La cosa incredibile è che tra quelli che l’hanno posseduto è scattata una tale forma di affetto che, dopo essersi rassegnati alla perdita, hanno richiesto per il loro robot cane un vero e proprio funerale. E così, nel tempio buddista di Kofukuji si è svolta addirittura una funzione per 116 cani robot rotti. La cerimonia è stata organizzata dal proprietario di un’azienda specializzata nella riparazione di robot Aibo. Dopo la cerimonia, le diverse parti verranno utilizzate come “organi” nel centro di riparazione per altri robot. Incenso, preghiere di pace e il suono delle campane tradizionali hanno accompagnato il funerale, rendendo onore non a persone, ma alla “vita” dei cani robot Aibo prodotti dalla Sony.

Racoon Key Frame

Che dire, noi ovviamente preferiamo i cani veri ma, a proposito di robotica, anche noi ci siamo divertiti  parecchio con la meccanica per il video prodotto per Suplly Point System!


Condividi

, , , , , ,


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Categorie